Ultima news: [ESCURSIONE: AREA NATURALISTICA TRESINO TRENTOVA, AGROPOLI – DOMENICA 23 GIUGNO 2024]

GET Cultnatura

FIE - Federazione Italiana Escursionismo Sentiero del Mediterraneo E12 ERA - Eurorando FIE - Federazione Italiana Escursionismo - CAMPANIA
IL GET SI MUOVE...MUOVITI CON IL GET!
Logo GetTrek

Foto News - Monte Alpi 2024

Itinerario: Parcheggio di Bosco Favino (1.344 mt.) – Rifugio Bosco Favino – Monte Santa Croce (1.893 mt.) – Pizzo Falcone (1.900 mt.);
Ritrovo: Sanza, uscita bussentina (Coord. Google maps 40.241237, 15.561425);
Orario di ritrovo: ore 07:30;
Itinerario consigliato per raggiungere il luogo di partenza: Prendere Autostrada A2 Da Padula Buonabitacolo a Uscita Lauria Nord Alla rotonda indicazioni per Latronico e poi prendere prima uscita per Castelasaraceno;
Luogo di partenza escursione: Parcheggio Bosco Favino – Castelsaraceno (Coord. Google maps 40.132626, 15.993252);
Orario partenza escursione: ore 09:00;
Durata: intera giornata;
Pranzo: a sacco, a cura dei partecipanti;
Mezzo di trasporto: auto proprie. Per razionalizzare l’utilizzo delle auto si consiglia di organizzare il trasporto per gruppi geografici di residenza (area Vallo, area Ascea, area Centola, etc.);
Prenotazione: è necessario comunicare la propria partecipazione esclusivamente ai referenti di escursione mediante messaggio su contatto personale WhatsApp entro le ore 14:00 di sabato 15 giugno;
Referenti: A.E.N. Mimmo Pandolfo (cell. 347 94 9791) e A.E.N. Fabrizio Cavaliere (cell. 338 861 1474).
 
Note tecniche sul percorso
Tipo di percorso: A/R;
Difficoltà: EE (Escursionisti Esperti) – per maggiori dettagli sul livello di difficoltà clicca qui;
Note sul livello di difficoltà: Presenza punti esposti;
Dislivello totale: circa 556 mt. (max 1900 mt. min 1344 mt);
Dislivello complessivo in salita: circa +800 mt.;
Dislivello complessivo in discesa: circa -800 mt.;
Lunghezza: circa 12 km;
Tempo di percorrenza: 7 ore (soste comprese).
 
Consigli utili e materiali tecnici da utilizzare
– Importante!!! Obbligatorie scarpe da escursionismo alte;
– Dotarsi di acqua a sufficienza (almeno 2 litri di acqua) – assenza di punti di rifornimento lungo il percorso.
– Indumenti tecnici adatti al periodo con attenzione alla variabilità del meteo;
– Si consiglia l’uso di bastoncini da trekking.
 
Descrizione del percorso
Per poter effettuare questa splendida escursione, occorre raggiungere nel comune di Castelsaraceno (PZ), paesino a confine tra due importanti parchi nazionali: quello dell’Appennino Lucano Val D’Agri – Lagonegrese e quello del Pollino. Sorge a 916 m s.l.m. nella parte sud-occidentale della provincia, circondato da due maestose e incantevoli montagne: M. Raparo (1764 mt) e il fatidico e suggestivo M. Alpi.
Il Monte Alpi è tra i rilievi più alti e più intatti dal punto di vista naturalistico dell’Appenino Lucano. Esso è costituito da due cime morfologicamente gemelle: Pizzo Falcone (cima del monte Alpi, 1.900 m s.l.m.), e Santa Croce (1.893 m s.l.m.). La formazione si presenta come una grossa zolla di forma cuneiforme che emerge in modo improvviso dal territorio circostante. Raggiunto il punto di partenza loc. Bosco Favino dove è possibile parcheggiare le auto, si segue il sentiero CAI 970, ben segnalato che si inoltra nel fitto bosco di faggi. Da subito il sentiero si presenta con una notevole pendenza e, per chi non è sufficientemente allenato, potrebbe risultare difficoltoso e stancante. Seguendo sempre la segnaletica man mano che si sale il bosco diventa meno fitto fino ad uscire sulla cresta della montagna. Da qui il paesaggio offre qualcosa di eccezionale con un panorama unico e indescrivibile. Oltre alla valle sottostante dell’alto Fiume Sinni e la diga di Cogliandrino (Comune di Lauria), è possibile ammirare anche: a nord la valle del Fiume Agri e il Monte Raparo (Parco Nazionale dell’Appennino Lucano); ad est i calanchi argillosi della valle del Fiume Sinni; ad ovest l’imponente Massiccio del Sirino (Parco Nazionale dell’Appennino Lucano val d’Agri-Lagonegrese), la costa tirrenica e le vette più alte del Parco Nazionale del Cilento; a sud le vette più alte del Parco Nazionale del Pollino e in giornate particolarmente limpide anche la Sila.
Lasciando il bosco, seguendo sempre la segnaletica, il percorso si snoda sulla roccia e allo scoperto; si risale lungo tutta la cresta gustando il paesaggio che diventa sempre più suggestivo. Proseguendo su questo itinerario si incontra l’anticima Santa Croce (1.893 m s.l.m.) poi si riscende nella sella e successivamente si risale su Pizzo Falcone, la cima principale del Monte Alpi (1.900 m s.l.m.).
Per il ritorno si effettua lo stesso percorso.
Se i tempi lo consentiranno, al termine dell’escursione si intende scendere in auto in paese (Castelasaraceno) per una breve passeggiata e vedere il lungo ponte tibetano inaugurato da pochi anni.


Note aggiuntive
Per ragioni organizzative si raccomanda di comunicare la partecipazione entro le 14:00 di sabato 15 giugno ai responsabili dell’escursione.
 
La partecipazione è gratuita per i tesserati FIE, mentre per i non tesserati è previsto un contributo assicurativo di € 5,00, previa obbligatoria comunicazione ai referenti dei propri dati anagrafici e del codice fiscale entro le ore 14,00 di sabato 15 giugno 2024.
 
I referenti di escursione si riservano di modificare programma e percorso comunicandolo tramite il sito www.gettrek.it, sul gruppo facebook GET- Gruppo Escursionistico Trekking CULTNATURA- Rofrano (SA) e sulla pagina facebook G E T Cultnatura.
 
Per qualsiasi altra informazione puoi contattare i referenti dell’escursione, scrivere all’indirizzo info@gettrek.it o utilizzare l’apposito modulo, presente sul nostro sito.

Categoria: Escursioni

Comments are closed.