Ultima news: [Sentiero europeo E12: escursione Da Ciolandrea alla Spiaggia del Marcellino – Domenica 15 luglio 2018]

GET Cultnatura

FIE - Federazione Italiana Escursionismo Sentiero del Mediterraneo E12 ERA - Eurorando FIE - Federazione Italiana Escursionismo - CAMPANIA
IL GET SI MUOVE...MUOVITI CON IL GET!
Logo GetTrek
FacebookWhatsAppTwitterGoogle GmailOknotizie

IMG-20180115-WA0008

Itinerario agli scavi di Velia “Dentro e fuori le mura della citta di Elea”: (Percorso ad anello) Quartiere Meridionale di Elea Velia – Porta Rosa – Quartiere dei Vignali – Quartiere Orientale — La Torretta – La Fornace e il Quartiere artigianale di Vasali – La strada del Sale – Castelluccio di Velia – Le aree sacre del Crinale – Acropoli – Castello di Velia;
Luogo di ritrovo: Ingresso Area Archeologico di Velia;
Orario appuntamento: ore 8:30;
Partenza escursione: ore 9:00;
Referenti per gli scavi: Gianluca Cerri (cell. 347 58 17 919) – Lello Feola (cell. 338 81 23 488);
Referenti per la mostra: Alessandro Rizzo (cell. 339 38 60 488).
Prenotazione obbligatoria da effettuare, telefonicamente o sul gruppo WhatsApp G.E.T. CULTNATURA ai referenti di escursione.
 
Note tecniche sul percorso
Durata: intera giornata;
Difficoltà: E/T;
Dislivello: 160 mt;
Lunghezza: l’intero circuito ad anello con varianti è di 10 km circa;
 
Pranzo a sacco a cura dei partecipanti;
Dotarsi di acqua a sufficienza;
Obbligatorie scarpe da escursionismo alte e indumenti adatti al periodo con attenzione al meteo (vento, pioggia, freddo, etc.).
 
Descrizione del percorso
La visita guidata del parco archeologico inizia dal Quartiere Meridionale dove è possibile ammirare le terme romane, il criptoportico e il pozzo sacro. Il cammino prosegue sul sentiero, recentemente reso fruibile ai visitatori, che porta all’altare di Zeus, sul cosiddetto Crinale degli Dei. Da lì si continua verso l’Acropoli, dove si trovano l’antico anfiteatro, i micro musei, la torre medioevale e altri resti dell’antica città. Ripreso il sentiero delle aree sacre, varcando le mura della cinta di difesa originaria ci si ritrova sulla Via del Sale, l’antica infrastruttura che gli Eleati percorrevano per trasportare il sale verso i territori più interni. Da qui una strada sterrata porta al quartiere artigianale per visitare un’antica fornace adibita alla produzione di oggetti sacri. Infine, percorrendo l’antica via dei Vignali, si torna nel parco archeologico, al punto di partenza, dopo aver attraversato un uliveto monumentale con stupende strutture rurali. Al termine della visita della città di Elea-Velia ci sarà una sosta per il pranzo nei pressi dell’Acropoli.
 
Nel primo pomeriggio si raggiunge il Palazzo De Dominicis-Ricci, in Ascea Capoluogo, che ospita la Mostra “Velia: una città tra Essere e Benessere”. L’esposizione fa rivivere l’antica polis di Elea-Velia, la sua storia e insieme il suo stretto legame con il paesaggio, la filosofia e la medicina, grazie ad alcuni reperti rinvenuti nel Parco Archeologico, tra cui la statua di Asclepio (L’Esculapio romano) dio della Medicina, il calco del ritratto di Parmenide (il più illustre cittadino di Elea, filosofo, medico e statista), un affresco raffigurante Eracle, rinvenuto in una villa romana attribuita a Bruto e tanti altri piccoli tesori. Il secondo piano del Palazzo è infine riservato al Cilento, territorio cui naturalmente Velia appartiene, con un’ampia sezione dedicata al paesaggio vegetale e alle produzioni agricole che sin dall’antichità l’hanno caratterizzato.
Nel Palazzo De Dominicis, ragazzi della scuola Media illustreranno con un fumetto, diviso in circa 16 tavole, la storia del piccolo Re di Ascea: Teodosio De Dominicis. Sarà possibile ammirare alcune opere di “Fra Davide”, un maestro restauratore. Saranno presenti inoltre anche alcuni produttori locali.
In chiusura, intorno alle 17:00, Mimmo Pandolfo, vicepresidente European Ramblers Association e presidente FIE, nella sala congresso di Palazzo Ricci farà un intervento dal titolo: “Il turismo escursionistico ambientale: uno strumento per la destagionalizzazione dei flussi turistici”. Alcune TV locali effettueranno delle riprese che andranno in onda su di un circuito di reti private e su un canale del digitale terrestre.
 
Note
La partecipazione è gratuita per i tesserati FIE, mentre per i non tesserati è previsto un contributo assicurativo di € 5,00, previa obbligatoria comunicazione ai referenti dei propri dati anagrafici.
 
I referenti di escursione si riservano di modificare programma e percorso comunicandolo tramite il sito www.gettrek.it e sul gruppo facebook GET- Gruppo Escursionistico Trekking CULTNATURA-Rofrano (SA).
 
Per qualsiasi altra informazione puoi contattare i referenti dell’escursione, scrivere all’indirizzo info@gettrek.it o utilizzare l’apposito modulo, presente sul nostro sito.

Categoria: Escursioni

Comments are closed.