Ultima news: [Monte Cocuzzo – Domenica 22 aprile 2018]

GET Cultnatura

FIE - Federazione Italiana Escursionismo Sentiero del Mediterraneo E12 ERA - Eurorando FIE - Federazione Italiana Escursionismo - CAMPANIA
IL GET SI MUOVE...MUOVITI CON IL GET!
Logo GetTrek
FacebookWhatsAppTwitterGoogle GmailOknotizie

Itinerario: Percorso ad anello lungo le pendici del Monte Bulgheria con partenza dal piazzale della stazione ferroviaria di San Severino di Centola (Ponte ferroviario di epoca fascista – Tratto del vecchio tracciato ferroviario – La Tragara – La Sentinella – Punta dell’Epitaffio – Castelluccio – Valle del Mingardo – borgo medievale di San Severino);
Luogo di ritrovo: piazzale della stazione ferroviaria di S. Severino di Centola;
Orario appuntamento: ore 08:30;
Partenza escursione: ore 9:00;
Referenti: Fabrizio Cavaliere (cell. 338 86 11 474) – Mimmo Pandolfo (cell. 347 94 97 391) – Vincenzo Quattromani (cell. 320 03 78 868).
 
Note tecniche sul percorso
Durata: intera giornata;
Difficoltà: E+ (presenza di tratti in decisa pendenza e fondo sdrucciolevole – passaggi impervi con strapiombi – tratti di sentiero parzialmente chiuso – tratti su strada carrabile con traffico. Tracciato misto su sterrata–sentiero–asfalto.);
Dislivello: circa 450 mt;
Lunghezza: circa 11 km l’intero circuito.
 
Pranzo a sacco a cura dei partecipanti.
Importante!!! Dotarsi di acqua a sufficienza (almeno 1,5 litri) – il percorso è privo di sorgenti.
Obbligatorie scarpe da escursionismo e indumenti adatti con attenzione al meteo (vento, pioggia, freddo, etc.).
Attenzione: equipaggiarsi con abbigliamento adatto a far fronte alle condizioni del tempo che potrebbero essere molto variabili!
 
Descrizione del percorso
Dalla stazione ferroviaria di Centola – Palinuro – Marina di Camerota si segue per circa 2 km pressoché pianeggianti il vecchio tracciato ferroviario, passando sul ponte di epoca fascista in mattoni pieni e attraversando una corta galleria. Raggiunta la rotabile alle spalle del Bar Kairos si prende il sentiero CM49 che si inerpica lungo le pendici nord del Monte Bulgheria. Si attraversa una zona boschiva in cui il sentiero sale a tratti con decisione, con fondo anche scivoloso, sino a quando si aprono i primi scorci panoramici sulla valle del Mingardo e San Severino (paese vecchio e nuovo). Si sale ancora attraversando alcune Tragare (pietraie) e passando per la Sentinella (luogo in cui le guardie dell’avamposto riposavano sulle rocce). Nell’ultimo tratto di salita il sentiero si presenta parzialmente invaso dalla vegetazione ma con la dovuta attenzione è percorribile. Si giunge alla cosiddetta punta dell’epitaffio sotto il tozzo del Finocchio, dove è presente un’antica stele muraria e da dove si apre la visuale sulle gole del Mingardo, i tornanti del Ciglioto (strada di collegamento con Licusati) fino alla costa di Palinuro. Dopo una breve pausa si riprenderà il cammino raggiungendo attraverso un comodo sentiero l’ultimo tornante a monte del Ciglioto. Da qui, seguendo in parte la strada e in parte dei sentieri che tagliano i tornanti, si farà ritorno a San Severino, non prima (se i tempi lo consentiranno) di aver fatto una sosta ai ruderi dell’antico maniero detto “Castelluccio”. Nel pomeriggio è prevista la visita del suggestivo borgo medievale di San Severino da poco riaperto dopo anni di chiusura per lavori di messa in sicurezza (il giro è lungo circa 1,5 km e durerà circa 1 ora).
 
Note
La partecipazione è gratuita per i tesserati FIE, mentre per i non tesserati è previsto un contributo assicurativo di € 5,00, previa obbligatoria comunicazione ai referenti dei propri dati anagrafici.
 
I referenti di escursione si riservano di modificare programma e percorso comunicandolo tramite il sito www.gettrek.it e sul gruppo facebook GET- Gruppo Escursionistico Trekking CULTNATURA-Rofrano (SA).
 
Per qualsiasi altra informazione puoi contattare i referenti dell’escursione, scrivere all’indirizzo info@gettrek.it o utilizzare l’apposito modulo, presente sul nostro sito.
 
Note aggiuntive
– Seguire le indicazioni degli accompagnatori, non allontanarsi dal percorso, non sporgersi in posti impervi, prestare attenzione ad ogni passo evitando di far cadere pietre verso valle;
– La strada provinciale in direzione Licusati (Ciglioto) è attualmente chiusa al traffico causa caduta massi, nei tratti percorsi su detta strada occorre prestare la massima attenzione;
– Il percorso potrà subire modifiche a insindacabile giudizio dei referenti di escursione.

Categoria: Escursioni

Comments are closed.